A date with science – Una settimana all’insegna della sostenibilità, dell’archeologia e della fisica

Si avvicina la fine dell’anno e continuano gli eventi scientifici per dare seguito al grande successo della Notte Europea dei Ricercatori 2018, coordinata da Frascati Scienza. Continua il nostro viaggio tra le attività culturali più interessanti della settimana che si terranno nelle varie città d’Italia.

Iniziamo con “L’isola della sostenibilità”, il grande progetto in cui enti di ricerca e aziende virtuose si incontrano per divulgare, educare e informare le nuove generazioni sui temi dello sviluppo sostenibile. Si terrà al MACRO di Testaccio, dal 5 al 7 dicembre, dalle 9.30 per tutta la giornata,  in cui parteciperà anche Scienzimpresa  con un laboratorio / spettacolo dal titolo “I Falsi Miti sull’Inquinamento e i Cambiamenti Climatici” e area completamente dedicata all’esplorazione spaziale dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

Il 5 dicembre sarà una giornata estremamente intensa e a Bologna, dalle 20.30, ci sarà “1918-2018: 100 anni che non passano” (via Manzoni 5, Bologna), presso il laboratorio San Filippo Neri. Ci saranno ricercatori che si racconteranno sfidando il tempo: 12 minuti a disposizione per illustrare cosa nella loro disciplina è identico a 100 anni fa, cosa è stato innovato e cosa non c’era e ora c’è, grazie anche alla ricerca dell’Università di Bologna. Fisiologia, automotive, geomatica, economia, enologia… e sarà il pubblico in sala a decretare il vincitore!

Giovedì 6 dicembre invece, dalle 14.00 alle 19.00, la Casa del Fanciullo nella Villa Comunale Guglionesi, in Molise, ospiterà “Rischio sismico in Italia: analisi e prospettive” (via Garibaldi, Guglionesi, CB), una conferenza rivolta a geologi in cui verrà descritto lo stato dell’arte del rischio sismico in Italia ed in Molise, con particolare attenzione a possibili soluzioni. Sarà anche presentato il libro dedicato, liberamente scaricabile da internet.

Sempre giovedì (ore 21.00), ma a Sesto Fiorentino, presso la Biblioteca delle Oblate si terrà “Sull’utilità e il danno della storia per la fisica”, un evento particolare che parte dalla considerazione che la storia della fisica è raramente insegnata ed è conosciuta più che altro per i suoi aspetti aneddotici. Conoscere come una certa scoperta è stata fatta, in quale contesto storico e scientifico, è importante o è solo una perdita di tempo? La fisica è una scienza che dipende dalla sua storia o no? Se ne parlerà insieme a un team di esperti di storia, fisica e ingegneria.

Venerdì 7 dicembre, alle 18.30, andrà in scena “Archeologia, tecnologia e bufale” (via 4 novembre 5, Bologna),  evento a cura del CICAP Emilia-Romagna in cui si parlerà del vero numero delle repubbliche marinare e degli otto re di Roma, della vera storia di Newton e di altre numerose storie, tra scienza e mistificazione.

Chiudiamo infine con domenica 9 dicembre, ore 16.30, e l’evento “Galileo, la Luna e la fisica sognante” (via dell’Orto Botanico 15, Padova) in cui scienza e giocoleria incontreranno bambine, bambini e le loro famiglie con lo spettacolo interattivo di Federico Benuzzi, presso l’auditorium dell’Orto botanico di Padova.

Buona settimana e buona appuntamento con la scienza.

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi